Post del 06-01-2018

Oggi presentiamo lo psicologo Stefano Ricci, specializzato nell'intervento in ambito sportivo. - Salve dottore, può raccontarci qualcosa di lei? Mi chiamo Stefano, ho 38 anni e dopo la laurea in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni ho deciso di lavorare nel mondo sportivo... Ormai sono circa 12 anni che me ne occupo, da quando ho conseguito un master in materia. - Perché ha scelto di lavorare in quest'ambito? Ho sempre seguito e praticato più discipline sportive, per passione e curiosità. In particolare ammiro coloro che, con dedizione e fatica, cercano di raggiungere obiettivi importanti, anche se il percorso prevede ostacoli difficili da superare senza la giusta mentalità. Il fatto di aiutare un atleta o un allenatore nel processo di crescita e preparazione al raggiungimento della propria meta è per me estremamente stimolante. - Come svolge il suo lavoro? Il mio compito è capire chi ho davanti e creare un percorso personalizzato per cercare di risolvere eventuali problematiche e per aiutare la persona a realizzare i suoi obiettivi sportivi. Durante gli incontri (individuali o di gruppo) si parla di ciò che va migliorato e si utilizzano semplici esercizi che provano ad indicare la direzione in cui andare per ottenere il meglio. - Perchè ha deciso di far parte dello studio CreAttivaMente? Perchè all'interno di un percorso professionale credo sia importante condividere esperienze anche con professionisti di ambiti diversi, per integrarsi o arricchirsi attraverso lo scambio reciproco di saperi ed esperienze. - Perchè un atleta o un allenatore dovrebbero andare dallo psicologo? Sicuramente per risolvere eventuali problemi, ma soprattutto per migliorare l'approccio mentale alla propria attività, focalizzandosi nel modo giusto su ciò che è davvero importante. Una buon percorso può mettere la persona nella condizione di raggiungere prima i propri obiettivi. Ringraziamo il dottor Stefano Ricci per il tempo a noi dedicato e gli auguriamo buon lavoro.


Contatti